Vacanze nel Cilento - Vallo di Diano - Golfo di Policastro

Cerca

Vai ai contenuti

Musei Naturalistici del Cilento e Vallo di Diano

Itinerari > Culturali

MIDA " Musei Integrati dell' ambiente" Pertosa (SA) www.midaweb.info - Tel. 0975 397220
Mida, Musei integrati dell'Ambiente, racchiude un complesso di luoghi, contenitori ed iniziative culturali a partire Dal patrimonio ambientale delle Grotte dell'Angelo a Pertosa e del Centro Storico di Auletta. Mida si pone come un museo su un territorio, con particolare attenzione al contesto ambientale del Parco Nazionale del Cilento e del Vallo di Diano. Musei integrati dell'ambiente - MIdA: progetto multifunzionale in progress, predisposto per ospitare mostre ed iniziative culturali; contiene un museo di divulgazione geologica, un museo botanico ed un osservatorio sul doposisma. MIdA funge anche da auditorium ed il suo programma scientifico è prevalentemente orientato alla didattica.
MIDA 01 - Museo/Auditorium Centro Storico Pertosa - MIDA 02 Museo/Osservatorio - località Muraglione - Pertosa
Orari: dal 1/11 al 31/05 Martedì - Sabato 10,00/13,00-16,00-19,00 - dal 1/06 al 31/10 Mercoledì - Domenica 10,00/13,00

Corleto Monforte - Museo naturalistico degli Alburni Via Forese - Tel. - Fax 0828/96.42.96 E mail: museonaturalistico@tiscali.it
Il Museo Naturalistico nasce nel 1997, sito a Corleto Monforte (SA) in posizione centrale rispetto ai Monti Alburni verso i quali il Museo fa particolare riferimento per le sue attività. È gestito dalla Fondazione I.RI.DI.A. (Istituto di Ricerca e Didattica Ambientale). Il materiale custodito, ha la sua genesi nello studio del dott. Camillo Pignataro. Il Museo svolge la duplice funzione di esposizione permanente di Vertebrati e Invertebrati della fauna europea, particolarmente ricca di reperti di Uccelli (1200 specie europee circa), Mammiferi (oltre 60 specie), Crostacei (Decapodi del Mediterraneo), Insetti (oltre 20.000 esemplari). Il Museo si occupa inoltre anche di integrazione uomo-ambiente mediante la salvaguardia e valorizzazione dei valori etno-antropologici, la promozione di attività educative, di formazione e di ricerca scientifica. Il Museo e una struttura di monitoraggio faunistico. un centro di raccolta di campioni ed ha in programma la realizzazione di un laboratorio di ricerca al quale si appoggeranno per le loro attività, tesisti e istituti di Ricerca.
Orario di visita: tutti i giorni: 9.30/12.30 - 16.30/19.00 Giorno di chiusura: Lunedì

Museo Vivente della Dieta Mediterranea "Ancel Keys" - Palazzo Vinciprova PIOPPI (SA)
Intitolato al ricercatore americano centenario, recentemente scomparso, vissuto per quaranta anni nel Cilento, conducendo studi sulla nutrizione umana, condividendo lo stile di vita cilentano e fotografando le virtù della nostra civiltà contadina e della sua sana e naturale alimentazione che, alla luce dei più recenti studi e dei proclami dell'Organizzazione Mondiale della Sanità, della Fao, della UE e dei governi nazionali, aiutano a costruire uno stile di vita sano e gratificante. Alla Civiltà Contadina del Cilento si ispira il percorso "Cibo e memoria storica, l'alimentazione nel salernitano tra otto e novecento attraverso le carte d'archivio" con la riproduzione di documenti dell' archivio di Stato di Salerno. Di notevole pregio e anche la biblioteca di Ancel Keys che testimonia il grande rilievo che lo scienziato americano attribuiva alla civiltà classica. La sua meritoria opera ha reso possibile il riconoscimento della "Dieta Mediterranea" come patrimonio mondiale dell' umanità. ( UNESCO novembre 2010). Tel. +39 0974 905 059 - +39 338 1418 220 ( Apre su prenotazione )

Pioppi. Museo vivo del Mare Palazzo Vinciprova Via Caracciolo, 146 Pioppi, Pollica (SA) Tel: +39 0974 905059
Istituito nel 1998 è collocato nel Palazzo Vinciprova. Disposti su circa 100 metri quadrati, gli acquari illustrano le realtà del mondo sommerso attraverso circa 100 specie diverse di animali e piante marine. Tra le 10 vasche che riproducono gli ambienti marini tirrenici, di particolare rilievo: la vasca tattile che, attraverso l’esperienza sensoriale, permette una conoscenza diretta e fisica delle realtà marine; la vasca dedicata alla biodiversità che espone le componenti biologiche in relazione reciproca; la vasca di profondità che ospita specie difficilmente osservabili e che costituisce l'ambiente di cura delle tartarughe marine ferite. Sono esposte, inoltre, collezioni osteologiche, malacologiche, algologiche, tassidermiche di diversi animali marini. Connesso al Museo vi è il Centro di Informazione sui problemi del mare che si occupa della funzionalità del sistema di tutela e della diffusione di una sensibilità di salvaguardia dell’ambiente mare in collaborazione con le scuole. Apertura: invernale 9,30 -12,30 / 15,00 -19,00 estivo 9,30 -12,30 / 18,00 - 22,00 chiusura: martedì Ingresso: intero € 2,00 ridotto € 1,50

Teggiano. Museo delle Erbe Piazza Santissima Pietà Teggiano (SA) Tel: + 39 0975 79600 + 39 349 5140708
Il Museo ubicato centro storico di Teggiano è articolato in: una sezione etnobotanica; una sala di ricostruzione; un Viridarium, un erbario con più di 700 specie vegetali, tra piante medicinali e officinali, divise nei settori delle coloranti e tintorie, delle aromatiche, delle liquoristiche, delle conservanti, delle alimentari, oltre ad un campionario di erbe impiegate variamente per la pulizia, la deodorazione, la caseificazione, la carpenteria e la falegnameria oltre ad una sezione che riguarda la magia e l'occulto. Sono esposti strumenti artigianali necessari alla lavorazione delle erbe, alcuni di antica fattura e manufatti originali di XV secolo sono esposti nella ricostruzione di un’ antica spezieria. C'è anche una sezione dedicata alla micologia, e una teca con le preparazioni moderne (di fitoterapia, di aromaterapia, di gemmoterapia, di floriterapia) frutto della collaborazione del Museo con la farmacologia. Vengono inoltre monitorate le specie floristiche del Parco Nazionale del Cilento. Apertura: da LU a SA. Invernale 10,00-13,00 / 15,00-18,00 estiva 10,00 -13,00/16,00-19,00

Laureana Cilento. Museo di Storia Naturale Via Diaz, 2 frazione Matonti , Tel: +39 0974 832022
Situato in località Matonti, il Museo si snoda in quattro sezioni dedicate rispettivamente alla botanica, alla biologica marina, alla geologia e alla mineralogia. Conserva erbari, con esemplari anche dell'Ottocento e in maggior numero dell’ambiente mediterraneo, una xiloteca, una collezione di semi, un’ampia raccolta ornitologica, delle esposizioni di conchiglie e minerali, quattro acquari e carte topografiche.
Info: Comune +39 0974 832022 / 333 7333111 (Momentaneamente chiuso)
Orari: 17-21 (estate) - su prenotazione (inverno)
Prezzi ingresso E. 2 intero, E. 1 ridotto

Sassano. Museo Vivente della Valle delle Orchidee e delle Antiche Coltivazioni Palazzo Picinni Sassano (SA)
Il Museo, ubicato nel palazzo baronale Picinni, consta di una ricca germoteca con esposti semi di 74 varietà di fagioli, 19 varietà di grano, 37 varietà di granturco, 132 varietà di peri, 123 varietà di meli, 42 varietà di vitigni e 35 varietà di fichi. Da rilevare è la presenza di semi tipici dell’ambiente cilentano antico, come 17 semi di viti di era borbonica, un tempo coltivati nella zona. Collegati all’esposizione sono l’albo dei coltivatori dei semi più rari e l’attività della banca dei semi di tutte le antiche specie vegetali cerealicole, orticole e frutticole del Parco Nazionale del Cilento e del Vallo di Diano. La visita si estende all’esterno, nei 47 kmq della cosiddetta Valle delle Orchidee dove si possono osservare più di 200 entità di orchidee selvatiche (68 specie, 57 sottospecie, 35 varietà, 24 ibridi), più della metà degli esemplari che crescono in Europa. Connessa all’esposizione museale è la Settimana delle orchidee selvatiche, che si svolge annualmente in primavera e che offre al visitatore visite guidate e attività legate alla pratica agricola dell’entroterra cilentano.

Piaggine. Oasi Faunistica Piesco. Località Piesco, Piaggine Tel. 0974 942014
Il Monte Cervati è la vetta più alta della Campania e rimane una delle aree più intatte del Parco Nazionale del Cilento e vallo di Diano, fatta di paesaggi che vanno dalle praterie di lavanda alla faggete pure quasi impenetrabili, fino alle cime che sfiorano i 2000 metri di altitudine. Il nome del monte fu dovuto alla numerosa popolazione di cervi presenti che purtroppo agli inizi del secolo scorso si sono estinti. Da un'iniziativa dell' associazione naturalistica " Il Gruppo Verde Appennino", con il concorso del Comune di Piaggine e la Provincia di Salerno, è nato il progetto dell' oasi faunistica in località Piesco dove si stà attuando il ripopolamento dei cervi.
Con visite guidate si possono osservare i cervi, insieme a mufloni e caprioli nell’area dell’oasi dove si stanno studiando le possibilità di adattamento. Per visite guidate rivolgersi al sig. Nigro Mario (tel. 0974...)

Sanza. Museo vivente di Vallivona, Monte Cervati, Località Vallivona, Tel. 0975 322371
Suggestivo fenomeno carsico nel Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano. Per accedere all'interno dell'Affondatore si percorrono, muniti di torcia elettrica, 400 metri della galleria realizzata nella roccia per bonificare l'inghiottitoio. Sembra di essere proiettati indietro nel tempo, in un paesaggio Dantesco; ci si ritrova circondati da un grosso imbuto di roccia calcarea con cavità inaccessibili e pareti a strapiombo alte dai 60 ai 100 metri. Da una parete sgorga una cascata che alimenta un corso d' acqua che dopo un breve tratto in superficie " affonda" in una cavità profonda dell roccia. Lasciando l' affondatore di Vallivona (q. 1070), si ritorna sulla sterrata risalendo fino alla località Varco del Pero (q. 1250), una sella dalla quale si ha un'ampia panoramica che spazia dal Monte Cervati al Golfo di Policastro.

Parco Cerreta Cognole - Casalbuono (SA)
La foresta demaniale della Cerreta Cognole è uno stupendo bosco di cerri con una estensione di 834 ettari, attrezzato con aree pic-nic. Dotato di un piccolo museo ornitologico, un vivaio, e un allevamento di animali allo stato brado.
Ingresso dalla SS. 19 in direzione sud, 5 km dopo Montesano scalo - tel. 089253900.
orario di visita: estivo 9-20; invernale 9-17 ingresso libero.

Home Page | Chi siamo | Dove siamo | Itinerari | Ospitalità | Attività | Eventi e sagre | Contatti | Utility | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu