Vacanze nel Cilento - Vallo di Diano - Golfo di Policastro

Cerca

Vai ai contenuti

Parco archeologico di Elea - Velia

Itinerari > Culturali

La fondazione di Helea risale al 540 a.C. e si inserisce in un quadro storico ampio e drammatico. Ci porta al primo assalto persia alle città greche dell'Asia Minore. Gli abitanti di una di esse, Focea, fuggirono via mare e raggiunsero due loro colonie, una situata presso l'attuale Marsiglia alla foce del Rodano, e l'altra in Corsica: Alalia. Col tempo la loro intraprendenza di marinai e commercianti, fu vista come minaccia da Cartaginesi ed Etruschi, che finirono per allearsi ed attaccare in forze congiunte la flotta focea davanti ad Alalia, forti di 120 navi. I focei, seppur in forze minori di sole 60 navi, ma agili e veloci, riuscirono a vincere. Fu una vittoria disastrosa. Rimasti con 20 navi, ritenendo troppo pericoloso rimanere ad Alalia, i Focei ripresero la via del mare. Dopo una sosta a Reggio risalirono la costa e si impadronirono di un piccolo villaggio, alla foce dell'Alento, detto Lele (da cui poi Hyele o Ele ed Helea). nell'88 a.C. divenne municipio romano. La città occupa un territorio di circa 90 ettari ed era organizzata per quartieri collegati fra loro da strade, valichi, porte. Della città arcaica, rimangono notevoli tracce sull'Acropoli dove è un insediamento con numerose case; poco dopo l'Acropoli viene destinata a luogo di culto, un santuario forse di Atena e vengono creati altri quartieri di abitazioni sparsi sulle pendici e sulle terrazze della collina. Ai due quartieri, meridionale e settentrionale, corrispondevano due porti che svolgevano funzioni differenti. Al III secolo si data il teatro sull'Acropoli ed un piccolo edificio termale nella valletta. Lungo il crinale dall'acropoli all'estremità occidentale delle mura piccoli santuari, luoghi di culto, altari, alcuni cippi votivi testimoniano il culto di Poseidone, Zeus, Kairos, Asclepio, Atena, Demetra, Era, Persefone. Ad età romana appartengono due complessi termali, il criptoportico, cioè un edificio pubblico costruito nel I sec. a.C. sede forse della scuola medica, ginnasio o palestra per la gioventù.
Notevole fu l'importanza politica e culturale di Helea. Si ricorda soprattutto per il fiorire di idee filosofiche: la scuola eleatica. Fondatori furono Parmenide e Senofane e ne proseguirono l'opera Zenone e Melisso. Accanto alla scuola filosofica, ad Helea fiorirono anche gli studi nella medicina. Gli scavi archeologici hanno riportato alla luce l'Anfiteatro, la Porta Rosa, la Via Sacra e l'Agorà. Molto rimane ancora da scoprire.

Parco Archeologico di Elea-Velia
Contrada Piana di Velia

Velia, Ascea (SA)
Tel: +39 0974 971409

Sito web: http://www.archeosa.beniculturali.it
E mail: sba-sa@beniculturali.it

Apertura: LU- DO, Settembre-Aprile, 8,00-17,00; Maggio-Agosto 9,00-18,00

Home Page | Chi siamo | Dove siamo | Itinerari | Ospitalità | Attività | Eventi e sagre | Contatti | Utility | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu